Area RiservataAREA RISERVATA AssistenzaASSISTENZA WebmailWEBMAIL Layout clientiLAYOUT CLIENTI

Responsabilità Amministrativa e Anticorruzione

D.Lgs. 231/2001 - Legge 190/2012 - D.Lgs 33/2013

D.Lgs. 231/2001 - Responsabilità amministrativa da reato

Che cos’è

Il D.Lgs. 231/2001 ha introdotto il concetto di responsabilità amministrativa delle persone giuridiche per i reati commessi da amministratori, manager o dipendenti sottoposti alla loro vigilanza, collegando ad essa pesanti sanzioni pecuniarie o interdittive (chiusura dell’Azienda, temporanea o definitiva).

 

La tutela:

Il Legislatore ha stabilito che l’Azienda è esente da responsabilità amministrative se ha adottato, ed efficacemente attuato un Modello Organizzativo idoneo a prevenire reati della specie di quello verificatosi e se ha individuato un Organismo di Vigilanza atto a mantenere la corretta attuazione del Modello.

L’adozione del modello è una scelta volontaria ma diventa una necessità per rispondere ai procedimentiche stanno avviando le Procure a carico delle imprese. Pertanto è opportuno dotarsi di strumenti di Governance che permettano di affrontare e gestire i rischi e le incertezze associate alle attività di impresa, in particolare ai reati legati alla corruzione, sicurezza nei posti di lavoro e reati ambientali.

 

I vantaggi:

 

Il supporto successivo

Dopo la predisposizione del Modello Organizzativo, i nostri Consulenti supportano la formazione del personale dell'azienda, le attività del Organismo di Vigilanza e nell'aggiornamento normativo.

 




Legge n. 190/2012 "Anticorruzione" e Decreto legislativo n. 33/2013 "Trasparenza"

Che cos’è

La legge n. 190/2012 recante "Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell'illegalità nella pubblica amministrazione" e il decreto legislativo n. 33/2013 recante "Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni" prevedono importanti novità per gli enti locali e le Società a controllo Pubblico

 

L'utilità:

Quando si opera in una Pubblica Amministrazione o in una Società a controllo Pubblico, la legge introduce la figura del Responsabile della Prevenzione della Corruzione, ovvero il soggetto-chiave della prevenzione dell’illegalità, che è incaricato delle seguenti attività: 

 

I Benefici:

Essendo una norma cogente, le Organizzazioni Pubbliche hanno il dovere di adeguarsi, quindi sono tenute a rispondere ai requisiti richiesti nel modo più pratico possibile (senza inventarsi riempitivi documentali inutili), cercando di rivedere razionalmente i processi aziendali e le relative responsabilità nell’ottica della minimizzazione del rischio di commissione di reati.

Questo agevola ed integra l’attività di controllo del Collegio Sindacale.

 

Il supporto successivo

Dopo la predisposizione del Modello Organizzativo, i nostri Consulenti supportano nella formazione del personale dell'azienda, nelle attività del Responsabile della Prevenzione della Corruzione Vigilanza  e nell'aggiornamento normativo.

Richiedi informazioni



Potrebbero interessarti anche...

GDPR - Nuova Privacy

GDPR - Nuova Privacy

Regolamento UE 2016/679

Risk Management

Risk Management

Analisi DADA e Gestione del Danno e del Pericolo

Sistema Qualità e Certificazioni

Sistema Qualità e Certificazioni

Certificazione di conformità alla norma ISO 9001:2015 del Sistema di Gestione per la Qualità Aziendale

NEWS ED AGGIORNAMENTI

VEDI TUTTI

La Fattura Elettronica obbligatoria tra privati (professionisti o imprese)
AGENZIA DELLE ENTRATE

La Fattura Elettronica obbligatoria tra privati (professionisti o imprese)

Dal 1 gennaio 2019 la fattura elettronica diventa obbligatoria per tutti. Cosa devono avere le Imprese e gli Studi per essere pronti prima della data di avvio. Consigliamo di premunirsi per tempo in modo da potersi "esercitare" alle nuove tipologie di emissione.

GDPR: occorre adeguarsi entro il 25 Maggio 2018
NUOVO REGOLAMENTO UE PRIVACY

GDPR: occorre adeguarsi entro il 25 Maggio 2018

Il trattamento dei dati personali diventa un Regolamento UE: entro il 25 maggio 2018 tutte le imprese che trattano i dati di residenti europei si devono adeguare per non incorrere a forti sanzioni. Cosa è opportuno fare.

Voucher per digitalizzare le PMI: le istruzioni del MISE
AGEVOLAZIONI PER LE IMPRESE

Voucher per digitalizzare le PMI: le istruzioni del MISE

Misura agevolativa per le micro, piccole e medie imprese che prevede un contributo per interventi di digitalizzazione dei processi aziendali e di ammodernamento tecnologico.Ecco le indicazioni dal Ministero dello Sviluppo Economico per accedere agli incentivi.

Credits webit.it