AssistenzaASSISTENZA WebmailWEBMAIL Layout clientiLAYOUT CLIENTI

La Fattura Elettronica obbligatoria tra privati (professionisti o imprese)

10 marzo 2018
La Fattura Elettronica obbligatoria tra privati (professionisti o imprese)

E' stato introdotto l'obbligo della fattura elettronica tra titolari di Partita Iva, a partire dal 1° gennaio 2019. Dopo questa data, le fatture trasmesse in formato diverso dal .XML non sono più valide.

 Cosa implica per le aziende e per i professionisti?     
 Diventa obbligatorio inviare e ricevere una fattura, ma anche gestirla e conservarla, solo ed esclusivamente in formato digitale (ovvero in XML).    

 

I 4 passaggi principali della fatturazione elettronica tra privati (professionista o impresa)

Fatturazione elettronica indica l'intero ciclo che comporta: creare, ricevere, firmare, trasmettere e conservare tutte le fatture elettroniche in questo nuovo formato (.XML).

Come si possono emettere le fatture elettroniche in .XML?
Per non incorrere in sanzioni, si deve utilizzare una piattaforma digitale software con gli specifici requisiti di legge richiesti dal SdI (il Sistema di Interscambio dell'Agenzia delle Entrate) per potere generare, gestire e conservare correttamente le fatture elettroniche.

Tutti i passaggi obbligatori per la fatturazione elettronica, possono essere semplificati mediante un software che deve rispettare tutti i requisiti di legge ed essere in grado di:

  1. generare la fattura elettronica: nel formato XML (Attenzione: il formato è diverso dal PDF o dal XLS);
  2. emettere la fattura elettronica: deve essere sempre apposta la firma digitale che è l'unica in grado di garantire l'integrità e l'autenticità del file xml inviato e della marcatura temporale;
  3. inviare la fattura: preparata la fattura elettronica, si trasmette tramite il servizio SdI (dell'Agenzia delle Entrate). Successivamente il mittente (incaricato) deve attendere la conferma dell'avvenuta ricezione al destinatario. I tempi sono: 48h per il servizio PEC e 24h per tutti gli altri servizi;
  4. gestire e conservare le fatture in formato elettronico ai sensi della legge italiana.

 

 

Siamo pronti a fornirti le indicazioni per partire con la fatturazione elettronica

 

Contattaci

Tel. 0532 315911   -   Mail: gescad@gescad.it

 

 

APPROFONDIMENTO SULLA FATTURAZIONE ELETTRONICA

Cos'è

La fatturazione elettronica prevede (dall'Agenzia delle Entrate) l'emissione di fatture strutturate secondo linguaggio standard (formato XML), firmate in digitale da chi le emette, trasmesse tramite lo SdI (Servizio di Interscambio) e obbligatoriamente da conservare a fini fiscali in via sostitutiva solo in digitale.

Il formato XML

L'eXtensible Markup Language è il formato delle fatture elettroniche, che permette di effettuare in modo immediato le verifiche previste per legge, grazie alle informazioni nel documento subito disponibili.

SdI - Sistema di Interscambio

Sistema informatico gestito dall’AdE abilitato alla ricezione delle fatture XML. Effettua controlli sui file ricevuti ed inoltra le fatture ai destinatari. Non ha ruolo amministrativo, non archivia e non conserva le fatture.

Come funziona

La fatturazione elettronica è un sistema completamente digitale di emissione, trasmissione e conservazione delle fatture che non necessita del supporto cartaceo e quindi permette di risparmiare tutti i costi relativi a stampa, spedizione e conservazione. Può essere a:

  • Ciclo Attivo: quando viene emessa (nel formato conforme) ed inviata allo SdI che effettua le verifiche sul contenuto. Poi lo SdI invia la fattura al destinatario e consegna al mittente le ricevute (scarto, accettazione o rifiuto). Le fattura saranno conservate fiscalmente dallo SdI.
  • Ciclo Passivo: il fornitore trasmette la fattura indicando il codice destinatario (per la piattaforma dedicata) o l'indirizzo PEC del suo cliente. Lo SdI la recapita al destinatario che può accettarla o rifiutarla. Il documento in forma digitale deve avere una corretta conservazione sostitutiva.

Chi deve usarla

I destinatari della fatturazione elettronica sono:

  • Pubblica Amministrazione: dal 31 Marzo 2015 le Fatture emesse verso la PA, per legge sono tutte esclusivamente fatture elettroniche, mentre dal 1° Luglio 2018 l'obbligo si estende anche ai subappaltatori PA.
  • B2B (aziende e privati con P.Iva):dal 1 Gennaio 2019 la fatturazione elettronica è d'obbligo tra imprese di ogni settore. Unici esclusi: chi rientra nel regime dei minimi e nel regime forfettario nonchè per le cessioni di beni e prestazioni di servizi da e con soggetti esteri.
  • B2C (verso consumatore finale): il soggetto privato (no partita iva) può ricevere la fattura in formato elettronico (dichiarando la sua PEC), in formato analogico (documento stampato) o non voler ricevere alcun documento. L'invio allo SdI da parte dell'Impresa è sempre obbligatorio.

Cosa cambia

  • il formato diventa digitale: formato XML;
  • le modalità di emissione, gestione, archiviazione, trasmissione e conservazione sostitutiva: le fatture elettroniche diventano tutte telematiche (quindi digitali);
  • l'assolvimento dell'imposta di bollo che diventa elettronico: bollo virtuale;
  • la firma diventa firma digitale;
  • la data diventa digitale: marcatura temporale;
  • deve essere trasmessa e ricevuta solo in formato elettronico mediante l’utilizzo dello SdI – Sistema di Interscambio (sistema con modelli standardizzati -XML- utilizzato dalle Agenzie delle Entrate per i controlli);

Il  formato elettronico può assicurare l'autenticità dell’origine, l’integrità del contenuto e la leggibilità della fattura dall' emissione fino al termine del suo periodo di conservazione [D.P.R. 633/1972, art. 21, comma 3].

Cosa si consiglia

  • Scegliere il mezzo di trasmissione (PEC, Intermediario o Portali Web) e inviare richiesta di accreditamento allo SdI (non richiesto per PEC).
  • Per la fatturazione elettronica si può delegare il proprio consulente fiscale. Oppure si consiglia di accreditarsi (allo SdI) e dotarsi di strumenti software che dialogano con lo SdI per emettere e ricevere fatt. elettroniche, documenti e per gestire i diversi messaggi (es: notifica di accettazione, di decorrenza termini, di rifiuto...).
  • Comunicare i codici destinatario ai clienti e ai fornitori, che vanno integrati nelle rispettive anagrafiche. Meglio inviarli tramite PEC;
  • Aggiungere il codice destinatario ai dati aziendali (es. carta intestata, sito web...)
  • Individuare le funzioni aziendali che avranno accesso al software di gestione delle fatture elettroniche e definire le attività demandate.

Perchè è richiesta 

E' richiesta dalla Agenzia delle Entrate, poichè Lo Stato italiano e l'Amministrazione, con questa modalità, hanno la possibilità di:

  • ridurre l'evasione fiscale dal 2019: eliminando la possibilità di emettere fatture false, mancata registrazione della fattura da uno dei due soggetti coinvolti  o registrazioni fraudolente con importi inferiori rispetto all'effettiva transazione.
  • aumentare la semplificazione fiscale con la conseguente riduzione del numero degli adempimenti fiscali;
  • ottenere sempre più dati fiscali, al fine di predisporre per i contribuenti, dichiarazioni annuali, certificazioni uniche, modello 770 ecc con dati precompilati e quindi già certificati dall'Agenzia delle Entrate

                                                                                                                                                                                                           

 

Il nostro mestiere è fornirti i metodi e gli strumenti per rendere la tua impresa digitalizzata, per migliorare i processi delle risorse e per lavorare in modo più fluido e ottimizzato.

 

 

Contattaci, siamo disponibili a trasmetterti le soluzioni più adeguate per la tua impresa e i passi da effettuare per intraprendere il percorso con la fatturazione elettronica. 

 

 

Compila il form, per essere ricontattato.

 

 

Guarda gli approfondimenti sulle soluzioni:

 

      SOLUZIONE PER      
   TUTTI    
      SOLUZIONE PER    
        CLIENTI SISTEMI     

 

TAG: Generale

NEWS ED AGGIORNAMENTI

VEDI TUTTI

La Fattura Elettronica obbligatoria tra privati (professionisti o imprese)
AGENZIA DELLE ENTRATE

La Fattura Elettronica obbligatoria tra privati (professionisti o imprese)

Dal 1 gennaio 2019 la fattura elettronica diventa obbligatoria per tutti. Cosa devono avere le Imprese e gli Studi Professionali per essere pronti prima della data di avvio.

GDPR: occorre adeguarsi entro il 25 Maggio 2018
NUOVO REGOLAMENTO UE PRIVACY

GDPR: occorre adeguarsi entro il 25 Maggio 2018

Il trattamento dei dati personali diventa un Regolamento UE: entro il 25 maggio 2018 tutte le imprese che trattano i dati di residenti europei si devono adeguare per non incorrere a forti sanzioni. Cosa è opportuno fare.

Voucher per digitalizzare le PMI: le istruzioni del MISE
AGEVOLAZIONI PER LE IMPRESE

Voucher per digitalizzare le PMI: le istruzioni del MISE

Misura agevolativa per le micro, piccole e medie imprese che prevede un contributo per interventi di digitalizzazione dei processi aziendali e di ammodernamento tecnologico.Ecco le indicazioni dal Ministero dello Sviluppo Economico per accedere agli incentivi.

Credits webit.it