Area RiservataAREA RISERVATA AssistenzaASSISTENZA WebmailWEBMAIL Layout clientiLAYOUT CLIENTI

CLOUD STORAGE: conoscerlo, attivarlo, ottimizzarlo.

L’offerta di servizi cloud per l’archiviazione di dati è ampia. Per lo più gratuiti (fino ad un certo limite di spazio) e sempre accessibili, sono un valido strumento di backup e facilitano la condivisione tra colleghi.

Seppur simili, ognuno di loro ha piccole differenze che lo rende più o meno adeguato, in base al tipo di piattaforma utilizzata (smartphone/tablet/pc) ed alle necessità di condivisione.

Cloud è un termine oggi molto usato, ma cos'è realmente?

Cerchiamo di rispondere a questa domanda con alcuni esempi concreti. In generale, un servizio cloud si contrappone al concetto di server interno all'azienda (on premise, ovvero ad uso esclusivo), ma questo affrancamento può realizzarsi in più modi.

Il più conosciuto è certamente l'uso di server virtuali attraverso la rete internet (la prima compagnia a fornire questo tipo di servizio fu Amazon, nel 2006).

Questa soluzione libera l'azienda dai seguenti costi:

- acquisto e installazione dell'hardware;

- manutenzione dell'hardware (indispensabile in caso di guasti);

- occupazione di locali dedicati ai server;

- investimenti necessari a rendere i locali idonei (protezione degli accessi, impianti di condizionamento, impianti antincendio, gruppi di continuità, ecc.);

- costi di esercizio (energia elettrica per l'alimentazione dei server, dei dispositivi correlati e dell'impianto di condizionamento degli ambienti);

- impiego di collaboratori addetti alle attività ripetitive, come quelle relative al backup dei dati.

Il servizio viene tipicamente proposto con la formula del canone mensile, che può variare di mese in mese in base a determinati parametri (capacità elaborativa richiesta, spazio storage riservato, ecc.).

Una delle principali caratteristiche di questa tipologia di cloud è infatti la scalabilità on-demand, ovvero la facoltà dell'azienda di cambiare la composizione dell'offerta in risposta a mutate necessità: se lo spazio disco assegnato non è più sufficiente, si può richiedere l'incremento, così come l'aumento della RAM o dei processori dedicati; viceversa, qualora l'azienda ritenga di poter diminuire le prestazioni o la capacità disco utilizzata, questo si tradurrà in un minor costo del servizio.

Tuttavia, proprio il punto di forza di questa offerta, ovvero l'estrema elasticità, è garantito dal fatto che le compagnie che la propongono (spesso gruppi multinazionali) fanno uso di infrastrutture molto complesse, con conseguenze quali:

- la difficoltà di conoscere l'effettiva posizione dei dati e delle applicazioni (l'elasticità costringe il gestore a trasferire frequentemente il server virtuale in siti sempre diversi, in base alle risorse disponibili);

- l'incertezza circa il rispetto delle policy di sicurezza e riservatezza da parte di soggetti incaricati di volta in volta diversi.

Esistono però soluzioni cloud che, pur affrancando l'azienda utente dagli investimenti necessari alla dotazione di server interni, non presentano gli svantaggi sopra descritti: si tratta di soluzioni dette private cloud.

Il private cloud si differenzia dal public cloud delle grandi società multinazionali per l'erogazione dei servizi da server farm di proprietà e facilmente individuabili. All'interno di queste infrastrutture, il gestore riserva determinati dispositivi all'azienda cliente, pur garantendo la scalabilità nel tempo grazie all'attenta progettazione dell'intero impianto. Gescad, che ha scelto la formula del private cloud, si incarica personalmente della gestione dei dispositivi e del rispetto delle policy di sicurezza e riservatezza concordate con il cliente.

Allo scopo di garantire la continuità di servizio, la server farm di Gescad, in continua espansione, adotta soluzioni hardware e software dei più affermati brand mondiali (IBM, Watchguard, Symantec, dei quali Gescad è Partner Certificato) ed è dotata di sistemi di protezione e comunicazione ridondati, tra i quali:

  • gruppi di continuità e gruppi elettrogeni per far fronte alle interruzioni di corrente;
  • linee dati ad alta capacità e differenziate per tecnologia (fibra, HDSL, MPLS) per garantire l'erogazione del servizio anche in caso di interruzione di una o più linee;
  • sofisticati sistemi di controllo degli accessi ai locali;
  • misure di disaster recovery attraverso la replica dei server presso un sito secondario.

Ad ulteriore garanzia della qualità di servizio, Gescad si impegna costantemente nella formazione del proprio personale qualificato attraverso corsi di aggiornamento periodici.

I servizi proposti da Gescad si possono raggruppare in:

  • Server Housing (server del cliente presso la server farm Gescad);
  • Infrastructure as a Service (IaaS): dispositivi della server farm messi a disposizione del cliente;
  • Platform as a Service (PaaS): piattaforme sistemistiche installate sui dispositivi della server farm e messi a disposizione del cliente;
  • Software as a Service (SaaS): applicazioni installate sui dispositivi della server farm e messe a disposizione del cliente.

Vi invitiamo a contattare l'ufficio commerciale di Gescad per conoscere nel dettaglio le diverse opzioni disponibili e richiedere una quotazione personalizzata dei servizi.

Richiedi informazioni



Potrebbero interessarti anche...

Data Center Gescad

Data Center Gescad

LA NOSTRA SERVER-FARM DEDICATA AI CLIENTI CHE VOGLIONO SAPERE DOVE SONO I PROPRI DATI

Software in Cloud

Software in Cloud

ADATTIAMO L'AFFIDABILITA' DELLE NOSTRE SOLUZIONI ALLA PRATICITA' DEL CLOUD

ARXivar e la Gestione dei Processi

ARXivar e la Gestione dei Processi

ARXIVAR CONTRIBUISCE ALL'EFFICIENZA, RIDUCENDO ERRORI E COSTOSE ATTIVITÀ IMPRODUTTIVE

I flussi di attività sono disegnati, definiti e monitorati in modo semplice, grazie al modellatore di workflow e al generatore di report.

NEWS ED AGGIORNAMENTI

VEDI TUTTI

GDPR: tutela dei dati personali da attacchi informatici
PRIVACY E SICUREZZA INFORMATICA

GDPR: tutela dei dati personali da attacchi informatici

La protezione delle persone e, in particolare, il trattamento dei dati personali diventa un Regolamento UE: entro il 25 maggio 2018 tutte le imprese che trattano i dati di residenti europei si devono adeguare ma molte imprese sono ancora impreparate.

SALVIAMO I DATI!<br>Evitare perdite di preziose informazioni aziendali
SICUREZZA INFORMATICA

SALVIAMO I DATI!
Evitare perdite di preziose informazioni aziendali

Ogni giorno i nostri strumenti informatici producono decine/centinaia/migliaia di dati. Sono dati strategici da proteggere! 

FIRMA GRAFOMETRICA: soluzioni e normativa
TECNOLOGIA

FIRMA GRAFOMETRICA: soluzioni e normativa

Usare la penna per firmare il documento digitale esattamente come sulla carta è già possibile.

Credits webit.it